Shinso Shiatsu logo
SHIATSU2 slide
Shin So Shiatsu
Ristabilire l’equilibrio nei sistemi energetici più profondi

Origini

Shizuto Masunaga è un nome molto familiare fra i praticanti shiatsu di tutto il mondo. Il suo enorme lavoro di ricerca è culminato negli anni sessanta con la pubblicazione della sua controversa mappa dei Meridiani. Questa mappa si discosta molto da quella forse più conosciuta dell’agopuntura, in quanto mostra i 12 meridiani Regolari che corrono sull’intero corpo, così come delle specifiche aree di valutazione energetica sull’addome (hara) e sulla schiena.

Tetsuro Saito ha studiato con Masunaga fra il 1966 e il 1968; negli anni settanta, l’ha poi invitato più volte a tenere dei seminari in Canada. Purtroppo, Shizuto Masunaga è scomparso prematuramente all’età di 56 anni e ciò non gli ha permesso di completare il lavoro di ricerca oltre il sistema dei meridiani Regolari. Pur contenendo informazioni di inestimabile valore sulle zone di valutazione energetica e sulla posizione dei meridiani, grossa parte della ricerca di Masunaga è rimasta non spiegata.

Tetsuro Saito si è occupato intensamente nello studio delle mappe dei meridiani che Masunaga ha creato negli anni sessanta, ponendosi molti interrogativi e cercando di trovare della possibili risposte.

Ad esempio:

  • Perché la mappa dei meridiani Masunaga mostra una collocazione del percorso dei meridiani così insolita rispetto alle carte usate in agopuntura?
  • I meridiani Masunaga esistono realmente?
  • E in tal caso, perché non c’è traccia di essi nelle mappe classiche dell’agopuntura?
  • Come e quando si può applicare il sistema ideato da Masunaga?
  • Qual è la rilevanza e il significato delle zone di valutazione energetica di Masunaga sull’addome e sulla schiena?
  • Cosa succede all’interno dei meridiani quando si usano le posizioni di trattamento codificate da Masunaga?
  • Perché l’uso di tali posizioni rende il trattamento più efficace?

In lunghi anni d’intensa ricerca, Tetsuro Saito ha saputo unire le antiche conoscenze della medicina tradizionale cinese, le intuizioni di Masunaga, le proprie personali scoperte e quelle dei più importanti ricercatori della medicina orientale contemporanea, arrivando a una comprensione e a una visione della matrice energetica del corpo umano che vanno ben oltre quelle fornite dalle mappe dell’agopuntura e di Masunaga.

body shiatsu 1

 
 

 

Meridiani Regolari

Oltre a molti altri fenomeni, Tetsuro Saito ha scoperto che tutti i meridiani Regolari cambiano la posizione del percorso a seconda del loro grado di squilibrio energetico. Questa è già in sé una grande e rivoluzionaria scoperta.

Nella medicina tradizionale cinese classica esiste per la verità un riferimento riguardo ai tre differenti gradi di squilibrio nel sistema dei meridiani Regolari, ma non si trova alcun riferimento sul preciso cambiamento della posizione del percorso dei meridiani in base al loro squilibrio energetico.

Il primo grado, chiamato heimyaku, riguarda un livello di energia relativamente normale. Durante la nostra vita, anche se in realtà ci sentiamo bene, avremo sempre, in qualità di esseri umani, un certo grado di squilibrio energetico. Ciò è dovuto sempre alla presenza di una qualche debolezza fisica, mentale o emozionale, della quale possiamo non essere necessariamente consapevoli, dato che per molti aspetti ci troviamo in condizioni di buona salute. Ciononostante, il sistema dei meridiani è sufficientemente sensibile per rilevare anche gli squilibri più piccoli e mostrarci il tipo di supporto di cui abbiamo bisogno per sentirci ancora meglio. In genere le mappe dell’agopuntura mostrano il percorso dei meridiani nella posizione del primo grado.

Il secondo grado riguarda un livello di squilibrio energetico che va oltre il normale ed è anche chiamato zedōbyō. Questo grado di squilibrio è talvolta detto anche “disturbo del meridiano”. Quando lo squilibrio è a questo livello, sicuramente si avvertirà una qualche sensazione di malessere, ma i problemi non saranno ancora seri.

Il terzo grado è chiamato shoseibyō e indica lo squilibrio energetico più profondo che si può manifestare nel sistema dei meridiani Regolari. In questo caso vi possono essere dei problemi agli organi. Il sistema dei meridiani Regolari può però non essere da solo in grado di regolare questo squilibrio e così l’energia in eccesso può cominciare a scorrere nel sistema dei meridiani Straordinari.

Nel suo libro, Shin So Shiatsu - Ristabilire l’equilibrio nei sistemi energetici più profondi, Tetsuro Saito scrive: «Ognuno dei 12 meridiani Regolari può manifestare un primo, un secondo e un terzo grado di squilibrio energetico, l’ultimo dei quali riflette il livello di disagio più profondo e cronico. Inoltre, a seconda di ciascuno dei tre gradi di squilibrio, il meridiano cambierà la sua posizione e quindi il suo flusso scorrerà lungo un percorso differente.»

Queste conclusioni sono divenute possibili grazie all’intera mappatura dei meridiani Regolari, realizzata da Saito usando il metodo del Finger Test. Grazie a tale metodo, la ricerca è poi continuata con l’esplorazione dei sistemi energetici dei meridiani Straordinari, Divergenti, Oceano e Cosmici, regalando, fra le altre cose, interessanti intuizioni sulla correlazione dei vari sistemi energetici.

 

1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Meridiani Straordinari

Come accaduto per i meridiani Regolari, una grossa parte della ricerca di Tetsuro Saito sul sistema dei meridiani Straordinari si è occupata del recupero di una conoscenza persa. Il primo obiettivo è stato naturalmente quello di localizzare e tracciare con il metodo del Finger Test una mappa il più dettagliata possibile dei meridiani Straordinari. Completata la mappatura di questo sistema di meridiani, sono stati sviluppati diversi sistemi di valutazione energetica e vari protocolli di trattamento che, oltre alla pressione shiatsu, includono lo yakihari e l’uso dell’IP-cord. Si è inoltre capito che il sistema dei meridiani Straordinari si attiva quanto i meridiani Regolari non sono più in grado di ripristinare da soli l’equilibrio energetico nel corpo umano.

1 1 16 full chart for web 3

 

Meridiani Divergenti, Oceano e Taikyoku

Quando una condizione di squilibrio persiste a lungo nel corpo umano, vengono chiamati in causa i meridiani Divergenti, direttamente collegati ad organi e visceri, e, nel caso di squilibri assai profondi, possono entrare in gioco anche i meridiani Oceano e i meridiani Taikyoku 1 e 2 (i meridiani Cosmici). In anni di lunga e intensa ricerca, che tuttora continua, Tetsuro Saito ha realizzato la mappatura completa di tutti questi sistemi di meridiani e sviluppato di conseguenza diversi metodi di valutazione energetica e molteplici protocolli di trattamento. Con lo Shin So Shiatsu è quindi ora possibile bilanciare l’energia nel suo reale livello di squilibrio, che può trovarsi anche nei sistemi dei meridiani più profondi del corpo umano. Così facendo, l’equilibrio energetico verrà ripristinato in tutti i sistemi dei meridiani, da quelli più profondi a quelli più superficiali, e la durata di tale equilibrio sarà naturalmente più duratura.

Durante i suoi seminari, Tetsuro Saito ha sempre detto: «A clear and accurate diagnosis is the most important part of a meridian shiatsu treatment: only then can we work effectively and solve the underlying problems» («Una valutazione energetica chiara ed accurata è la parte più importante di un trattamento shiatsu dei meridiani: solo dopo una valutazione precisa noi possiamo lavorare efficacemente e risolvere i problemi alla radice»). E ancora: «Se noi lavoriamo al livello più profondo di squilibrio, tutti gli altri squilibri si riordineranno automaticamente. Se lavoriamo solo alla superficie, i problemi riappariranno dopo breve tempo, o in forma diversa. Quando un sistema di meridiani si trova ad un livello di squilibrio tale da non essere più in grado di di bilanciarsi da solo, un sistema più profondo entra in gioco e se ne assume il compito. Se anche questo sistema di meridiani non può mantenere il bilanciamento, interviene un sistema ancora più profondo, e così via. Se noi trattiamo al livello dello squilibrio energetico più profondo anche i sistemi dei meridiani più superficiali si bilanceranno».

8